iTerme il portale delle terme

Hai domande
Scrivici un messaggio Ti risponderemo al più presto

Contattaci
Home continua Magazine Terme continua Informazioni

Terme in gravidanza

Essere in dolce attesa per una donna è una esperienza bellissima e non paragonabile a niente e nessun altra, ma allo stesso tempo si è in dubbio su cosa fare o non fare durante questo periodo, dando il via a una serie di domande, come chiedersi se una vacanza alle terme in gravidanza presenta controindicazioni o è invece consigliabile se si aspetta un bambino.

In realtà, non è una domanda superficiale. Se si è in attesa di un bebè, infatti, recarsi alle terme è una scelta da ponderare: alcuni trattamenti termali, specialmente sul fronte del benessere, non solo non comportano rischi e controindicazioni per le neomamme, ma aiutano a rilassare sia il corpo che la psiche e aiutare a favorire le condizioni per una gravidanza serena.

Per la sicurezza del bambino, però, sarebbe utile evitare particolari trattamenti termali, soprattutto in alcune fasi della cruciali della gravidanza, come i primi e gli ultimi mesi, e scegliere terme che offrono pacchetti benessere specifici per chi è in dolce attesa.

In generale, l'acqua termale non è un rischio per le donne che aspettano, ma è bene evitare le terme in gravidanza sia quando si soffre di pressione troppo alta, sia quando c'è il pericolo di una gravidanza a rischio (ossia con sanguinamento), sia quando la donna ha in corso un'infezione vaginale: le acque termali possono contribuire ad aggravare la situazioni, oltre a provocare la comparsa di normali contrazioni durante il soggiorno alle terme in gravidanza.
Le terme sono un trattamento considerato innocuo, anzi, aiutano a rilassare la muscolatura e aiutano a combattere alcuni effetti indesiderati, come ad esempio la ritenzione idrica e il gonfiore. La neomamma non deve essere forzata ad intraprendere questi trattamenti e, se è in dubbio, è sempre meglio che si rivolga al proprio ginecologo piuttosto che fare di testa propria.

Molti centri benessere hanno messo a punto delle offerte specifiche per le terme in gravidanza. L’acqua termale è indicata per tutti i nove mesi, dalle prime settimane dell’attesa fino al suo termine. È una buona soluzione anche per chi in vari periodi dell’attesa sente l’utero contrarsi (purché non ci siano sanguinamenti o minacce d’aborto): l’acqua termale migliora la situazione grazie all’effetto rilassante che distende i muscoli e i tessuti. Le controindicazioni all’acqua termale in gravidanza sono se si ha una pressione arteriosa molto bassa in seguito ad anemia, a stanchezza cronica, allo stress o alla fatica, mentre si devono evitare trattamenti che comportano lo sbalzo di temperatura, come ogni tipo di sauna. Si ha paura dell’acqua, meglio non forzare le cose, in quanto la donna si può stressare ulteriormente e vanificare così l’effetto rilassante e benefico. Inoltre, è sconsigliata anche la pratica della fangoterapia nella zona della pancia, con l’illusione di prevenire o curare le smagliature. Il calore del fango può essere fastidioso e provocare contrazioni, a causa degli sbalzi di temperatura. Sono ben accetti invece tutti i trattamenti soft, come fare una leggera acquagym, immergersi in un bagno rilassante di acqua termale o di acqua di mare, ricca di minerali e di iodio.

Strutture top


Boario Terme

Darfo Boario Terme (BS)
Leggi articolo

Bormio Terme

Bormio (SO)
Leggi articolo

Bagni Nuovi - Bormio

Valdidentro (SO)
Leggi articolo

Bagni Vecchi - Bormio

Valdidentro (SO)
Leggi articolo

Offerte last minute

Leggi tutte le Offerte

Iterme è social

Seguici su facebook, twitter e google+
Web agency Ueppy S.r.l.